Archivio

Nicola

Ciletti

 

 

 

 

 

Il  14 aprile 2022 si è spenta a Roma Imperia Ciletti, figlia del noto pittore Nicola Ciletti, fondatrice -assieme ai fratelli Gloria e Sigfrido - dell’Archivio Nicola Ciletti, di cui ha ricoperto la presidenza per oltre venti anni.

Una “Figlia dell’Arte”, come ebbe a definirla il critico Vittorio Scorza a proposito delle creazioni che hanno costellato di successi tutta la sua vita. Il suo nome di battesimo completo "Imperia Pace Novella Luce" costituisce già di per sé un progetto ideale che si colloca nel milieu culturale dello studio paterno, frequentato dalla elite intellettuale dell’epoca, e alla luce della estrosa e geniale madre, Fryda Laureti, poetessa e pittrice anch’essa.

A soli 17 anni, nel 1948, esordisce a Benevento partecipando ad una  mostra del padre, inaugurata dall'allora Presidente del Consiglio Alcide De Gasperi.

Nel  1952 realizza la sua prima mostra personale al Palazzo Grasso di Salerno e l’anno successivo viene organizzata una nuova mostra personale a Benevento, presso il Palazzo della Camera di Commercio. Nel 1955 si trasferisce a Roma e nel ‘56 sposa Ermanno Iazeolla, che sosterrà con entusiasmo instancabile la sua carriera artistica per tutta la sua vita. Si susseguono da allora innumerevoli le esposizioni  in Italia e all’estero, nelle quali prevale la tecnica della pittura ad olio ereditata dalla lezione paterna. Il Ministero dello Sviluppo Economico e il Museo del Sannio acquistano sue opere per arricchire le proprie collezione di arte contemporanea.

Già dal 1955 Imperia si dedica anche all’attività didattica nel campo del disegno e della storia dell'arte in istituti statali e parificati e più tardi creerà a Roma una propria scuola di pittura su carta, tela, ceramica, vetro, stoffa, legno.

Dagli anni Settanta inizia a differenziare la sua produzione in altre discipline, spaziando dalla litografia alla serigrafia, alla ceramica, al vetro e al feltro.

Con il visionario progetto dello Zodiaco realizza una serie di dodici litografie coordinate in un unico colossale disegno complessivo, inaugurando una nuova stagione della sua creatività nel campo dell’opera grafica. I supporti si moltiplicano dalla carta al metallo e, nel decennio successivo, si ampliano ancora all’uso della ceramica, in particolare con la tecnica del terzo fuoco, che la condurranno a imponenti realizzazioni per opere pubbliche.

Nel 1987 realizza, infatti, grandi pannelli in ceramica, commissionati dal Comune di Benevento e collocati in Palazzo Mosti, nuova sede comunale. E’ tale l’apprezzamento dell’opera che nell’anno successivo lo stesso Comune di Benevento le commissiona la realizzazione di altri pannelli in ceramica da collocare nella sede del nuovo Teatro La Salle. E ancora, nel 1992 il Comune le richiede la realizzazione di ulteriori opere in ceramica da collocare nell'Auditorium 'Nicola Calandra'.

Negli anni Novanta la sua sperimentazione si allarga ancora verso il trattamento del vetro (vetrofusione e incisione a punta di diamante) con molte realizzazioni in contesti sia pubblici che privati.

Dagli anni Duemila gli interessi di Imperia si concentrano sulle attività dell’Associazione Archivio Nicola Ciletti, di cui è Presidente, che sostiene sotto il profilo scientifico e documentario molte iniziative sia sull’Artista stesso, sia sulla moglie Fryda, sia sul patrimonio culturale materiale e immateriale del territorio. Ultima in ordine di tempo la grande rassegna  sulla produzione fotografica di Nicola Ciletti realizzata nel 2021 presso l’Archivio di Stato di Benevento, in collaborazione con l’Accademia di Fotografia J.M. Cameron.

L'Archivio Nicola Ciletti raccoglie oggi il testimone lasciato da Imperia per continuare, nel suo insegnamento, a perseguirne le finalità e a sostenerne i progetti.

 

Profilo illustrato di Imperia Ciletti

 

Link ad alcuni articoli pubblicati.

15 aprile: NTR24, Gazzetta di Benevento, TVSette (M. Iazeolla). 16 aprile: Realtà Sannita (E. Nunziato). 22 aprile: La Voce del Quartiere (L. A. Gambuti). 27 aprile: Realtà Sannita (A. Jelardi).

 

How to accredit your paintings Certificare le proprie opere
Come acquistare le opere